BMW M5 Competition. Tempio della velocità

 

La M5 è una cattedrale dedicata alla massima rappresentazione di quello che un'auto può essere. Tradizionalista nella sua carrozzeria a tre volumi, pratica e confortevole ma dotata di una potenza devastante e un'agilità senza pari.
È il classico esempio di quando un'auto diventa carta bianca per i progettisti: mescolare insieme elementi contrastanti, riuscendo poi a trovare l'armonia giusta. Un po' come comporre musica cercando di unire forza e melodia in uno stesso brano: la M5 è sempre stata il connubio fra opulenza ed essenzialità, fra la praticità e la ricerca dell'estremo.



Con la presentazione della prima M5, la E28 nel 1984, ci fu una rivoluzione: il lusso di una classica berlina executive e le prestazioni di una supercar, unite in un modo elegante, discreto e soprattutto emozionale.
Negli anni, la M5 è sempre stata considerata alla stessa stregua di un'icona fra gli appassionati. Un tempio della velocità, una cattedrale vera e propria che sta a simbolo di tutto quello che un'auto può essere.



La serie F90 del 2018 ha introdotto per la prima volta anche la trazione M XDrive a quattro ruote motrici, con la possibilità di essere disinserita per godere appieno di un'auto con la classica trazione posteriore. Con la Competition non solo si ha un'auto più potente, ma anche più agile e più appetibile per gli appassionati della guida vera e propria. Infatti, qui si parla proprio del guidare: è questo il mantra della M5. Perché rinunciare al piacere di 625 cavalli anche quando nevica e si ha da fare un lungo viaggio? Su un'M5 ci si impone sempre una destinazione speciale: la GP Ice Race a Zell am See è il luogo ideale, una corsa di auto sportive svolta interamente sul ghiaccio. La meta perfetta per celebrare la sportività senza restrizioni, dove si affrontano le condizioni più impervie senza paura e con il massimo godimento.



Zell am See è uno di quei luoghi che soltanto i veri appassionati conoscono. Parlando di templi dedicati alla velocità, fra le montagne di questo paesino sperduto in Austria, nacque la Porsche. Fu proprio qui che si creò l'idea di un'auto sportiva, fruibile ovunque e, soprattutto, quotidianamente.
L'idea di coniugare estrema praticità ed estrema sportività può sembrare strano ai più, ma la M5 è l'esempio più classico: 4 persone, che trovano posto in una berlina e possono godere della velocità stando seduti comodamente in poltrona: non è cosa comune vedere il mondo che sfreccia a più di 280 km/h e ammirare il panorama con grande rilassatezza!



Il motore da 4.4l M Twin Power Turbo con la sua 625 cavalli nella neve non sembra essere una buona idea, ma grazie all'assetto Adaptive M ribassato di 7mm rispetto alla versione standard e al grip offerto dalla trazione M XDrive, le condizioni non ideali si rivelano essere sempre perfette.



Se ci si vuole divertire, non ci sono problemi: avete mai visto un tempio da 300 all'ora derapare e far divertire 4 persone contemporaneamente? È un po’ come esibirsi in un assolo di violino in mezzo ad un concerto rock: ancora, la protagonista assoluta è l'unione degli estremi, della passione per la guida e della praticità.



La M5 celebra la velocità e le automobili a modo suo: è come avere il massimo di ogni cosa a portata di mano. Dominare la potenza non è mai stato così equilibrato.


 
Testi e fotografie a cura di Escape On Wheels.

Campo obbligatorio

Campo obbligatorioEmail non valida

Campo obbligatorio

Campo obbligatorio

Campo obbligatorio

Campo obbligatorio

I campi contrassegnati con * sono obbligatori


News & Mondo Nanni Nember