Ibride plug in: BMW serie 5 al top

 

In uno speciale dedicato alle auto ibride, il mensile Quattroruote ha riservato un ampio spazio alle auto ibride plug in, facendo un interessante confronto tra Mercedes E350 e BMW 530e: prestazioni di punta per entrambe, nonostante il motore sia piccolo.

In questo momento le auto ibride sono sotto il riflettore: la necessità di trovare soluzioni pratiche ed efficienti al problema dell’inquinamento ha costretto la tecnologia a correre. Anche in Italia si è creata una certa attenzione verso questa tipologia di auto, soprattutto dovuta al fatto che molte regioni offrono agevolazioni particolari alle ibride, come l’esenzione dal bollo in alcuni casi per sempre, in altri per qualche anno.

Ma quali sono gli elementi da valutare in un’auto ibrida?

Innanzitutto il tipo di motore, potenza, consumo e prezzo.

BMW 530e si caratterizza per le soluzioni tecnologiche offerte dai suoi 2 motori: il massimo della potenza abbinata a livelli di efficienza mai visti prima.

L’automobile ibrida offre due diverse modalità propulsive. Vi è il motore puramente elettrico, adatto alla città, e vi è il motore ibrido che offre la migliore delle combinazioni possibili tra prestazioni e consumi. I due motori offrono comunque un’ottimizzazione di consumi ed emissioni, ma quando viene inserito unicamente il full electric le emissioni e i consumi sono pari a zero. I consumi sono maggiori rispetto alla 530i, pur eguagliandone le performance.  

Per quanto riguarda i prezzi, nell’articolo si sottolineava anche il fatto che la tecnologia ibrida venga praticamente regalata: se si confrontano le 2 auto con i corrispettivi in benzina, a parità di allestimenti, le differenze sono solo poche migliaia di euro. Un motivo in più per valutare anche questo tipo di veicolo, che in futuro potrebbe diventare quello più diffuso.

Le ibride analizzate utilizzano le batterie agli ioni di litio; ad un confronto è risultato che la 530e impiega 160 minuti per una ricarica al 100%, per 38km, mentre la e350 impiega 100 minuti, per 33km. Questa ovviamente è una pura stima: molto dipende da fattori esterni, come la strada, la velocità di ricarica, lo stile di guida.
Per quanto riguarda la BMW 530e, ogni concessionario assicura l’eliminazione gratuita dei difetti della batteria entro i primi 100.000 km.

Pur essendo dotate di una tecnologia più che avanzata, le ibride plug in hanno un'autonomia limitata. Una volta raggiunta, subentra il secondo motore.

Quali prestazioni?

Come si diceva sopra, le prestazioni di questi veicoli dipendono dallo stile di guida e dal grado di comfort che si vuole avere nell’abitacolo. Ogni automobile ha diverse modalità di guida, che influenzano il consumo.Il paragone più immediato è quello dello smartphone: modalità risparmio energetico, modalità full etc.

Come si caricano le auto ibride?

Sono diverse le soluzioni di ricarica. Entrambi i modelli possono essere caricati anche attaccandosi alla rete domestica o dalle colonnine pubbliche, non ancora diffuse. Per maggior sicurezza le prese elettriche domestiche a cui si intendono attaccare le ibride dovrebbero prima esser controllate da un tecnico professionista. Inoltre, le vetture BMW ibride plug-in possono essere ricaricate al massimo con 3,7 kW.

BMW 530e top di gamma

Pur avendo prestiazioni simili, tra le ibride plug in la  BMW 530e risulta tra le top di gamma, grazie all'elegante design, agli interni lussuosi e ben rifiniti. 

Guarda tutte le auto elettriche BMW i. Sei interessato ad altri modelli BMW? Guarda tutte le BMW nuovo, BMW usate, BMW KM 0.


Mondo Nanni Nember