BMW i Vision Circular

 

Con la BMW i Vision Circular, il BMW Group guarda avanti a una BMW compatta per l'anno 2040 che si concentri esattamente sulla sostenibilità e sul lusso. La quattro posti è completamente alimentata elettricamente e offre una generosa quantità di spazio interno all'interno del suo ingombro di circa quattro metri di lunghezza. È stato inoltre progettato secondo i principi dell'economia circolare su tutta la linea e quindi simboleggia l'ambizioso piano del BMW Group di diventare il produttore più sostenibile al mondo nello spazio della mobilità premium individuale.

BMW Vision Vehicle è uno dei concept con cui il BMW Group presenta all'evento IAA Mobility 2021 come immagina la mobilità urbana individuale. Sotto un unico ombrello che abbraccia mobilità elettrica, digitalizzazione e sostenibilità, i cinque concetti pionieristici creano un mix di mobilità versatile su due e quattro ruote alimentato da un pensiero sostenibile, che affronta in modo completo una gamma estremamente ampia di esigenze di mobilità di fronte a requisiti in rapida evoluzione e sfide crescenti.

L'economia circolare ed i  materiali secondari riducono le emissioni di CO2.

L'obiettivo principale del BMW Group, mentre si sforza di raggiungere la neutralità climatica, è ridurre le emissioni di CO2 durante l'intero ciclo di vita di un veicolo. Oltre a elettrificare il portafoglio prodotti e passare all'energia rinnovabile per la produzione, l'azienda si sta concentrando in particolare sui principi dell'economia circolare e sull'uso di materiali secondari. Questi materiali, come l'alluminio secondario e l'acciaio secondario, possono essere ottenuti riciclando materiale di scarto e quindi riutilizzati. Il processo per la fornitura di materiali secondari è molto meno dannoso per l'ambiente e ad alta intensità di carbonio rispetto all'estrazione e alla produzione di materiale primario. Ciò può portare a un notevole miglioramento dell'impronta di carbonio di un veicolo, in particolare dal lato della catena di approvvigionamento. Attualmente, i veicoli del BMW Group vengono prodotti utilizzando in media quasi il 30% di materiale riciclato e riutilizzato. L'approccio "secondary first" ha lo scopo di aumentare gradualmente questa cifra al 50 per cento.

L'obiettivo prioritario del design della BMW i Vision Circular è quello di creare un veicolo ottimizzato per cicli di materiali chiusi e che raggiungesse il 100% di utilizzo di materiali riciclati / 100% di riciclabilità. Ciò comporta l'utilizzo particolare di materiali che hanno già completato un ciclo di vita del prodotto – o materiali secondari come vengono chiamati – accanto a materie prime a base biologica certificata. Lo stesso vale per il dispositivo di accumulo di energia: la batteria completamente allo stato solido nella circolare BMW i Vision è riciclabile al 100% e prodotta quasi interamente con materiali provenienti dal circuito di riciclaggio. 

Design circolare: un nuovo approccio.

“Abbiamo preso in attenta considerazione la circolarità fin dall'inizio durante il processo di progettazione della BMW i Vision Circular. Di conseguenza, questo veicolo Vision è ricco di idee innovative per combinare la sostenibilità con una nuova estetica ispiratrice: chiamiamo questo approccio "design circolare"", spiega Adrian van Hooydonk, capo del BMW Group Design. Il design circolare abbraccia i quattro principi di RE:THINK, RE:DUCE, RE:USE e RE:CYCLE.



Reinterpretazione delle icone classiche: il frontale.

Il frontale puristico trasmette chiaramente la potenza estetica del design circolare. In linea con i principi di "RE:THINK" e "RE:USE", il numero di parti qui è stato ridotto al massimo. Invece di avere una cornice cromata con barre, la calandra a doppio rene è stata recentemente interpretata come una superficie digitale. Le superfici dei reni si estendono su tutta la larghezza della parte anteriore, unendo i fari e la griglia in un'inconfondibile "doppia icona" che continuerà a essere un chiaro identificatore BMW. Allo stesso tempo, le superfici renali vengono trasformate in un'interfaccia grafica. In futuro, il design digitale potrebbe rendere superflue le variazioni geometriche di luci e paraurti, contribuendo a ridurre la quantità di materiali e strumenti necessari.

Una grafica a linee discrete sulle superfici del rene costituisce l'unico elemento decorativo nella parte anteriore. Utilizzando un processo di raffinamento intelligente della superficie, apporta una svolta artistica e nuova al familiare aspetto della barra parallela. Questa grafica di linea costituisce un tema ricorrente che si ritrova anche nei finestrini, nella parte posteriore, nel tetto, nelle ruote e nei rivestimenti del pavimento. La BMW i Vision Circular non ha altri elementi decorativi aggiuntivi o badge del tipo attualmente utilizzato per indicare la qualità. Il logo del marchio sulla parte anteriore è inciso e il badge del veicolo è inciso al laser per evitare l'uso di componenti aggiuntivi.

Le superfici sotto il parabrezza sono in alluminio secondario. Un gruppo di sensori aggiuntivo tra i due elementi renali raggruppa le caratteristiche tecnologiche, consentendo un semplice smontaggio all'interno di un singolo elemento rimovibile. L'area del paraurti più in basso è realizzata in plastica riciclata con una sofisticata superficie marmorizzata.

Una nuova silhouette per BMW: la vista laterale.

L'approccio del design circolare trasuda chiarezza puristica quando si osserva l'auto anche di profilo. La BMW i Vision Circular ha un chiaro design monovolume composto da un numero limitato di parti, con una gamma di materiali diversi utilizzati ridotta al minimo. Il linguaggio del design qui è chiaro e accessibile. Le proporzioni, nel frattempo, portano BMW in una nuova direzione. Il veicolo si estende in un volume ininterrotto dall'asse anteriore a quello posteriore, offrendo una generosa ampiezza di fruibilità interna con un ingombro ridotto. Anche da fermo, la linea del tetto in aumento e un pannello del cofano spinto bene in avanti conferiscono alla silhouette compatta l'aspetto di un'onda dinamica lungo la strada. Le ruote formano quasi i limiti esterni del veicolo, combinandosi con i passaruota prominenti e svasati per produrre una posizione accovacciata e sportiva. Insieme alla sua architettura elettrificata, il Vision Vehicle offre interni di classe di lusso con un ingombro ridotto.

L'abitacolo di ampia superficie e completamente vetrato conferisce alle fiancate un senso di modernità e leggerezza. Invece di utilizzare una cornice cromata come cornice per la grafica della finestra, c'è una sottile superficie digitale che si estende come un nastro attorno al nodo Hofmeister. Questo non è solo un elemento stilistico, ma anche una superficie di visualizzazione e controllo/operazione. Può essere utilizzato per mostrare informazioni sullo stato del veicolo e guidare gli utenti verso l'apriporta utilizzando la luce mentre si avvicinano all'auto. Quando si tocca l'apriporta, le due porte a portale si aprono in direzioni opposte, facilitando la salita a bordo di guidatore e passeggeri e aprendo gli interni di generose dimensioni.

Superfici raffinate piuttosto che vernici.

La BMW i Vision Circular evita deliberatamente l'uso di vernice per l'esterno e presenta invece un corpo principale in alluminio secondario con finitura anodizzata oro chiaro. La sensazione più calma di questa tonalità Mystic Bronze anodizzata contrasta con la superficie più "animata" e riccamente colorata nella parte posteriore in acciaio trattato termicamente. Il processo di trattamento termico crea il colore Temper Blue Steel, un affascinante gioco di superfici viola bluastre il cui aspetto simile a una nuvola darebbe un tocco altamente individuale a qualsiasi veicolo. I processi di raffinamento adottati per le singole superfici conferiscono loro un notevole impatto visivo, preservando l’aspetto grezzo dei due metalli per una riutilizzabilità ottimale. Ciò dimostra come in futuro sarà possibile rifinire le superfici utilizzando processi innovativi senza la necessità di verniciature.



Dettagli innovativi nel design delle ruote.

I pneumatici in "Vivid Blue Rubber" sono realizzati in gomma naturale certificata e coltivata in modo sostenibile e hanno un aspetto leggermente trasparente. Particelle di gomma riciclata extra colorate vengono aggiunte alla mescola del pneumatico per rinforzarla, creando un intrigante effetto terrazzo ed evidenziando volutamente il riutilizzo dei materiali. I cerchioni sono progettati e realizzati con il minimo utilizzo di materiali. I centri del cerchio con la massima permeabilità forniscono il raffreddamento dei freni, mentre le superfici più chiuse all'esterno delle ruote garantiscono la massima efficienza aerodinamica possibile. Le ruote sono fissate in posizione utilizzando la chiusura a sgancio rapido "joyful fusion" che adorna il centro della ruota, formando un sofisticato punto culminante visivo. Visibile solo guardando dall'alto, una sottile aletta è integrata centralmente nella parte posteriore del tetto in vetro. Contiene la tecnologia di comunicazione e antenna e fornisce informazioni sullo stato del veicolo (aperto/chiuso, livello di carica della batteria, ecc.). Integra anche la luce di stop centrale montata in alto.

Monolitico e moderno: la parte posteriore.

Anche la parte posteriore ha un aspetto puristico e chiaro. Tutte le superfici di visualizzazione e le funzioni luminose sono integrate in modo invisibile nel portellone posteriore in vetro scuro, replicando l'approccio adottato nella parte anteriore. Quando l'auto è spenta, è visibile solo il logo BMW bidimensionale nella superficie di vetro scuro. Accendendo l'auto si attivano sia gli elementi luminosi funzionali che la grafica della linea nella parte anteriore. Sotto il portellone, una superficie chiaramente scolpita in acciaio secondario crea un sorprendente movimento orizzontale. Un leggero aumento qui inietta la parte posteriore con un tocco dinamico e fornisce un bordo di alta classe. Scendendo più in basso, il paraurti nero perfettamente minimizzato e aerodinamicamente ottimizzato, anch'esso realizzato in plastica visibilmente riciclata, completa il design della parte posteriore nel punto più basso rispetto alla strada.

Lusso visibilmente sostenibile: il design degli interni.

All'interno, la BMW i Vision Circular cerca di creare un ambiente lussuoso, utilizzando materiali e processi di produzione che sono indicativi di un approccio responsabile all'ambiente e alle sue risorse. Gli interni della BMW i Vision Circular evidenziano quindi ciò che sarà possibile in futuro quando si tratta di circolarità e selezione mirata dei materiali e il tipo di estetica intrigante che potrebbe emergere come risultato. Si tratta di utilizzare non solo i giusti materiali di base sotto forma di monomateriali, ma anche nuove e intelligenti tecniche di giunzione degli stessi che evitano l'uso di colla per garantire l'idoneità ottimale per lo smontaggio e lo smistamento in una fase successiva. Al fine di ridurre al minimo la quantità di scarti e scarti, tutti i componenti e i materiali saranno realizzati per adattarsi esattamente utilizzando processi come la stampa 3D. L'eventuale eccedenza di materiale verrà sistematicamente reimmessa nel ciclo dei materiali.

Gli interni: moderni, leggeri ed estremamente sostenibili.

Le due porte del portale incernierate all'esterno si spalancano per rivelare un interno luminoso e arioso. Lo schema cromatico di base dell'abitacolo è composto dal tortora con elementi di grigio e dalla tonalità verde menta chiaro (“MONOchrome Mint”) utilizzata per il pavimento e i pannelli di rivestimento laterali. Questo si coordina perfettamente con la finitura taupe/viola “MONOchrome Taupe” per i sedili anteriori e posteriori per creare un'atmosfera moderna e familiare. Gli accenti in metallo oro-bronzo nella stessa tonalità Anodized Mystic Bronze utilizzata per l'esterno aggiungono un contrasto caldo e sofisticato.

L'interno accoglie il guidatore e il passeggero anteriore con un alto grado di trasparenza e un senso di spazio aperto. Il tetto in vetro con un pronunciato posizionamento all'indietro della testata del parabrezza dà a chi sta davanti l'impressione di essere seduto all'aria aperta, massimizzando anche la sensazione di spaziosità che si prova con un ingombro ridotto. I quattro sedili sono stati volutamente progettati per sembrare più dei mobili. Nella parte anteriore, due sedili lounge separati con poggiatesta integrati creano un ambiente esclusivo. La loro tappezzeria simile al velluto è realizzata in plastica riciclata ed è contenuta all'interno di una struttura in alluminio color oro chiaro. I sedili poggiano su un'esile base monocolonna con regolazione longitudinale. Insieme all'omissione di accompagnamento di una console centrale, questo design ha l'effetto di creare una grande quantità di spazio per le gambe per i passeggeri della seconda fila. La parte posteriore dei sottili gusci dei sedili anteriori è realizzata in plastica riciclata con una finitura effetto terrazzo. Un'altra chiusura a sgancio rapido circolare "joyful fusion" per un semplice smontaggio può essere trovata qui, consentendo al metallo e al tessuto di essere facilmente separati e ordinati, e quindi riutilizzati.

Quadro strumenti reinterpretato.

L'esperienza utente globale nella circolare BMW i Vision, come le sue qualità materiali, mostra deliberatamente un futuro più lontano con una maggiore intelligenza in-car e più sensori che reagiscono all'utente. Ridurre il numero di componenti e allo stesso tempo raggruppare le funzioni crea una "esperienza fisica". Questo termine appena coniato si riferisce alla trasformazione della digitalità in un'esperienza tattile. A seconda del caso d'uso, ciò comporta l'implementazione della tecnologia sottostante in modo altamente integrato, praticamente invisibile come estensione dell'approccio "tecnologico timido" o, come dimostrato dal cruscotto, mostrarla deliberatamente e dargli vita come un’icona artistica.

Il classico cruscotto si trasforma in un'interfaccia utente phygital di nuova generazione. Qui, assume la forma di una scultura sospesa a forma di V che si proietta nella cabina. Il suo cuore è un corpo di cristallo stampato in 3D con strutture nervose che lo attraversano, una grande profondità visiva e un affascinante effetto luminoso. È qui che viene visualizzato il "pensiero" del veicolo, consentendo all'utente di vedere la sua intelligenza al lavoro. Il cruscotto funge però anche da spazio di interazione, dando forma all'idea fondamentale di creare esperienze che vanno ben oltre display e pulsanti. Il corpo in cristallo è bordato su entrambi i lati da legno trattato naturalmente, di provenienza responsabile e certificato esternamente, come tutte le materie prime a base biologica. Elementi in bronzo dorato realizzati in alluminio secondario anodizzato collegano il cruscotto ai montanti anteriori. Le sezioni laterali metalliche presentano ancora una volta le chiusure a sgancio rapido "joyful fusion" per un semplice smontaggio.



Display reinventati.

L'area delle informazioni che normalmente ti aspetteresti di trovare in un display informativo centrale si trova sopra il quadro strumenti nella parte inferiore del parabrezza. Questa area di visualizzazione porta l'Head-Up Display, come per la prima volta messo in evidenza da BMW, a un livello completamente nuovo. Tutte le informazioni rilevanti vengono proiettate sulla parte inferiore del parabrezza per tutta la sua larghezza. I display di guida per il conducente possono essere trovati qui insieme alle funzioni di comunicazione e alle funzioni di intrattenimento per i passeggeri. Le informazioni possono essere spostate direttamente nel campo visivo dell'utente o nascoste, come desiderato. L'uso intelligente delle tecnologie trasforma quindi il parabrezza esistente in una fonte di informazioni, eliminando allo stesso tempo la necessità di altri display all'interno, ed è un altro esempio di applicazione della tecnologia timida al lavoro. Il contenuto proiettato è controllato tramite pad di interazione nel volante, mentre i passeggeri possono facilmente collegare i propri dispositivi mobili al veicolo e quindi richiamare contenuti individuali nella sezione del passeggero anteriore del parabrezza o attivare gli altoparlanti personali per un'offerta di infotainment senza soluzione di continuità. Dall'esterno, una superficie stampata nera graduata con un motivo oro-bronzo dona un effetto aggiunto all'area di visualizzazione del parabrezza.

Volante stampato in 3D.

Il volante costituisce un anello di congiunzione tra passato e futuro riducendo al contempo la quantità di materiale e componenti. Il cerchio è stato stampato in 3D da materiale a base biologica, con la variante in polvere di legno mostrata qui che conferisce al volante una sensazione naturale e calda. Il posizionamento centrale e non convenzionale del raggio verticale in bronzo dorato aggiunge un tocco di modernità. Incorpora un'altra area di interfaccia in cristallo con retroilluminazione e display simili a quelli del quadro strumenti. A sinistra e a destra del centro del volante, in prossimità dei pollici del guidatore, ci sono dei cuscinetti che vengono attivati ​​dai pollici che si avvicinano o toccano e azionati dai movimenti del pollice (simile ai volanti multifunzione di oggi). Questi pad sono punti di contatto phygital che rafforzano il principio di "mani sul volante, occhi sulla strada" e controllano il contenuto mostrato nell'area informazioni del parabrezza.

La superficie espositiva collega l'esterno con l'interno

Il piano di visualizzazione e di comando sotto i finestrini visibili all'esterno dell'auto si trova anche all'interno, formando un elemento di collegamento tra interno ed esterno. Anche in questo caso, si estende nella parte posteriore dell'auto e attorno al nodo Hofmeister. Caratterizzato dallo stesso aspetto cristallino del quadro strumenti e dell'illuminazione ambientale, questo elemento nella parete laterale si aggiunge all'aura intrigante e mistica prodotta nell'abitacolo. Incorpora inoltre una serie di funzioni, tra cui gli interruttori degli alzacristalli elettrici, gli apriporta e i comandi per la tendina parasole nel tetto. Ciò significa che costituisce l'unico componente elettronico nelle porte e può essere semplicemente rimosso come modulo durante lo smontaggio del veicolo e quindi separato e ordinato.

Invitante vano posteriore

Il pronunciato posizionamento arretrato della testata del parabrezza offre ai passeggeri posteriori un tetto in vetro separato con funzione di oscuramento meccanico. Questa funzione comprende due lastre di vetro con un motivo di linee parallele che possono essere accostate per variare il grado di ombreggiatura tra il 50% e il 100%. L'uso di due pannelli per la funzione di ombreggiatura si traduce in un design molto sottile che non aumenta l'altezza. Qui, il design grafico intelligente ha portato a un'innovazione che non richiede alcuna tecnologia o elettronica aggiuntiva, ma ottiene comunque il massimo effetto.

Oltre a questo, la parte posteriore della cabina è stata modellata in una grande panca leggermente rialzata, che offre uno spazio invitante per due con i suoi fianchetti ampiamente proporzionati e morbidamente imbottiti. I poggiatesta sembrano cuscini appoggiati su una struttura portante, sottolineandone ulteriormente il carattere morbido e accogliente. Gli altoparlanti audio si trovano sotto i cuscini del poggiatesta. Ogni sedile ha la propria zona sonora dedicata, il che significa che i singoli contenuti audio possono essere goduti ovunque nel veicolo senza interferenze acustiche. Il controllo diretto del suono riduce il numero di parti necessarie e semplifica la rimozione del sistema. Questo è solo un esempio dei possibili modi in cui le moderne caratteristiche tecniche possono essere sottilmente integrate in un ambiente interno che ha l'aspetto di un appartamento confortevole.



Dettagli sofisticati nella parte posteriore

Il rivestimento in tessuto per i sedili in MONOchrome Taupe è realizzato interamente con materiale riciclato, ma è stato qui intrecciato in un elaborato design Jacquard. Il ricco rivestimento è ulteriormente valorizzato da una trapuntatura precisa ed è tenuto in posizione da bottoni automatici per un più facile smontaggio, come sui sedili anteriori. La panca posteriore è delimitata da un telaio in alluminio anodizzato color oro-bronzo. Altro dettaglio degno di nota qui è il metodo di unione del rivestimento del sedile al telaio, in quanto il tessuto è intrecciato al telaio tramite una corda. La connessione può essere nuovamente annullata manualmente quando è il momento di smontare il sedile. Il tappeto a pelo lungo in MONOchrome Mint crea un'atmosfera piacevole in tutto il veicolo. Ha il caratteristico motivo di linee familiari dall'esterno stampato al suo interno ed è prodotto al 100% con plastica riciclata. Nel montante C, un controller iDrive in vetro di una BMW iX gode di una seconda vita con una nuova funzione di lampada: un tocco molto intelligente che illustra il principio di "RE:USE".

Il sound design della BMW i Vision Circular.

Il compositore Hans Zimmer e Renzo Vitale, Direttore Creativo Sound BMW Group, hanno ideato un sound design esclusivo per la BMW i Vision Circular che rende udibile la sua circolarità. "L'idea era di combinare diversi campioni per continuare a dare nuova vita ai suoni all'interno del veicolo, allo stesso modo in cui i suoi materiali prendono nuova vita", spiega Hans Zimmer. “Il concetto di oggetti potenzialmente con una durata di vita quasi infinita ci ha ispirato a utilizzare anche campioni di strumenti fisici di un'epoca passata, come un famoso vecchio violoncello che funziona ancora nei tempi moderni grazie alle meraviglie della circolarità digitale.” Prendendo come punto di partenza i materiali utilizzati nel veicolo, il duo ha anche sperimentato campioni e loop di elementi sonori, consentendo loro di scoprire uno spettro di suoni prodotti dai materiali dell'auto. Ogni tonalità qui presentata cattura i movimenti delle strutture esterne, delle aree interne, dei materiali, delle luci e delle animazioni visive.



Vehicle-to-grid apre nuovi possibili usi.

Oltre a tutte le innovazioni nei materiali e nel design, la BMW i Vision Circular offre anche la possibilità di utilizzo in uno scenario di ricarica bidirezionale. Qui, il veicolo fungerebbe da dispositivo mobile di accumulo di energia e alimenterebbe l'energia nell'ambiente circostante, ad es. edifici e infrastrutture. Può anche essere reimmesso nella rete elettrica per aiutare ad assorbire i picchi di domanda.

Mobilità intelligente basata sui dati per la massima efficienza nel traffico urbano.

Un'altra misura chiave nella spinta verso la mobilità urbana sostenibile va oltre il veicolo reale: fare un uso intelligente dei dati sul traffico disponibili in tempo reale ea lungo termine per la massima efficienza della mobilità. Ad oggi, il BMW Group ha prodotto oltre 14 milioni di veicoli connessi che ora circolano sulle strade del mondo. Inoltre, il grado di connettività e la precisione della tecnologia dei sensori utilizzati sono in costante miglioramento. Tuttavia, le informazioni raccolte da ciascun veicolo non vengono utilizzate solo per supportare le proprie funzioni. Con il consenso dell'utente, viene condiviso con l'intera flotta connessa, consentendo a tutti i veicoli di beneficiare di questa intelligenza dello sciame. Le raccomandazioni sulla velocità potrebbero essere ottimizzate per sfruttare meglio le fasi del semaforo ("onda verde"), i flussi di traffico previsti in modo più accurato e i periodi di congestione ridotti al minimo a causa della comunicazione dei veicoli tra loro e con il loro ambiente. Le emissioni di CO2 causate dal traffico stop-start o anche dalla ricerca di un parcheggio potrebbero essere ridotte in modo significativo tra un gran numero di utenti.

Ulteriori approfondimenti con l'app BMW i Insight Vision.

L'app BMW i Insight Vision offre un nuovo modo di sperimentare ed esplorare la circolare BMW i Vision in modo interattivo. L'app utilizza una vasta gamma di esempi diversi per visualizzare i quattro principi di base dell'economia circolare: RE:THINK, RE:DUCE, RE:USE e RE:CYCLE. Tutti gli aspetti del Vision Vehicle possono essere scoperti in modo divertente con l'aiuto della realtà aumentata. Ulteriori informazioni, dettagli di base e fatti sono stati aggiunti per arricchire l'esperienza dell'utente e offrire un'ampia varietà di approfondimenti sia sul processo di progettazione che sui materiali e le tecnologie utilizzate. Il design dell'app è stato modellato sull'app My BMW. L'esperienza dell'app BMW i Insight Vision è disponibile esclusivamente presso lo stand della fiera.



RE BMW Circular Lab – RE:THINK, RE:DUCE, RE:USE e RE:CYCLE.:

Il BMW Group sta organizzando un RE:BMW Circular Lab come parte dell'evento IAA per fornire ulteriori informazioni sul tema dell'economia circolare. Il BMW Group intende conquistare il pubblico all'approccio dell'economia circolare con questa esperienza ibrida e piattaforma di comunicazione. Sotto l'ombrello dei quattro principi fondamentali del design circolare, il RE:BMW Circular Lab invita i visitatori dell'IAA a fare un'esperienza di prima mano di cosa significano economia circolare e design circolare durante i workshop. 

Contattaci per scoprire di più circa le nuove frontiere della mobilità secondo il BMW Group.

Campo obbligatorio

Campo obbligatorioEmail non valida

Campo obbligatorio

Campo obbligatorio

Campo obbligatorio

Campo obbligatorio

I campi contrassegnati con * sono obbligatori


News & Mondo Nanni Nember