BMW Serie 1 F40, buona la prima!

 

La notte porta consiglio. Si sa, riflettere fa bene all’anima e per gli appassionati BMW, un cambiamento è sempre motivo per prendersi una pausa e guidare. Alla fine, la ricerca del piacere di guida nella vita quotidiana è uno stile di vita, un modo di intendere il mondo che ci circonda e di viverlo come più ci piace. Per chi ama BMW, ciò significa portare quel pizzico di vitalità in più nella vita quotidiana attraverso la sportività. Pertanto, il passaggio alla trazione anteriore diventa un motivo in più per uscire e guidare qualcosa di completamente nuovo e diverso da quello a cui siamo abituati: può un appassionato BMW capire un cambiamento radicale?



Dopotutto qui si guida qualcosa di rivoluzionario e completamente nuovo. La serie F40 della Nuova BMW Serie 1 rappresenta un nuovo capitolo della dinamica di guida BMW: un nuovo modo di interpretare il piacere di guidare.

Il successo della BMW Serie 1 ha rappresentato uno dei maggiori successi BMW di sempre: sin dall’inizio della produzione nel 2004, sono stati prodotti ben oltre 2.5 milioni di esemplari, costituendo uno dei modelli maggiormente apprezzati di sempre. La terza generazione rappresenta quindi il culmine di anni di sviluppo fatti da BMW con i modelli a trazione anteriore, cosa che ha permesso di ottenere una maggiore abitabilità interna e di incrementare il comfort per tutti gli occupanti.



Una volta sedutisi al posto di guida, la prima domanda che sorge spontanea è se sarà un’auto all’altezza delle aspettative. Alla fine, la BMW Serie 1 ha sempre rappresentato il prima passo di numerosi clienti verso quella che è la filosofia BMW, grazie alla sua compattezza e agilità. La F40 stravolge i canoni tecnici ma migliora ancora di più quella che è la ricetta tipica di questa automobile.



Più larga e alta (+34mm e + 13mm rispettivamente) e più corta di 5mm rispetto alla serie precedente, è più spaziosa, merito degli ingombri ridotti, tipici della trazione anteriore. Le nuove proporzioni donano alla Nuova BMW Serie 1 un nuovo aspetto, più filante ed elegante, con una nuova interpretazione della classica carrozzeria a tre volumi.



Nella notte, sotto le luci di Milano, la BMW M135i è a suo agio. Le strade deserte ed umide fanno in modo che la trazione xDrive lavori in maniera impeccabile, regalando la classica sensazione di guida BMW. Il grip aumenta quando le condizioni dell’asfalto peggiorano, grazie alla ripartizione elettronica automatica della coppia motrice fino a 50:50. Il cervello elettronico tiene sempre in considerazione la pressione sul pedale dell’acceleratore, l’angolo di sterzo e la potenza erogata, in modo da garantire un livello di aderenza ottimale in ogni condizione.



La BMW M135i è perfetta per l’appassionato: il differenziale anteriore Torsen a slittamento limitato, dà un inserimento in curva notevole. Mentre si fila veloci fra le strade deserte intorno alla Piazza Gae Aulenti, è un piacere poter sentire lo sviluppo fatto dai tecnici BMW: assieme al cambio ad otto rapporti Steptronic Sport, la sensazione è quella di guidare la macchina che si ha sempre avuto… Soltanto rinnovata. L’esperienza maturata con i modelli a trazione anteriore ha permesso di
integrare una maggiore sportività nello sviluppo della BMW Serie 1 F40. Integrata sul nuovo telaio rinforzato e più rigido, si ha un’auto nettamente più agile e di maggiore stabilità nei cambi di direzione.



306 cavalli sono abbastanza? Il motore 4 cilindri di serie più potente mai prodotto da BMW è una furia e un portento di coppia e prestazioni. Caratterizzata da un albero a gomiti rinforzato, nuovi pistoni, una turbina maggiorata con condotto di scarico accorciato e integrato nella chiocciola e nuovi iniettori, riesce a produrre 450Nm di coppia massima a 1750 giri, unendo potenza bruta con la fruibilità quotidiana. Il sistema di scarico, grazie all’Active Sound Design, amplifica la nota di scarico regalando una colonna sonora esilarante.



La notte è quando tutto si quieta e cala il silenzio, quindi quando possiamo essere lasciati in pace con i nostri pensieri. Mentre la BMW M135i ruggisce e i muri riflettono le onde sonore che escono dallo scarico, è il momento in cui ci si trova a
rivivere un nuovo modo di intendere la sportività di sempre. Più spazio all’interno, maggiore praticità e maggiore comfort, ma la potenza bruta non smette mai di ricordarci di che pasta sia fatta una BMW.
La BMW Serie 1 è la classica vecchia amica d’infanzia. Le si vuole bene e non si vuole mai vederla crescere. Però il tempo scorre e i cambiamenti sono inevitabili e bisogna saperli affrontare: proprio quando si pensa di aver perso qualcosa lo si ritrova e non si può far altro che innamorarsene di nuovo.

Testi e fotografie a cura di Escape On Wheels

Campo obbligatorio

Campo obbligatorioEmail non valida

Campo obbligatorio

Campo obbligatorio

Campo obbligatorio

Campo obbligatorio

I campi contrassegnati con * sono obbligatori


News & Mondo Nanni Nember